menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune perde in tribunale ma non paga, stangata bis dal giudice

Il tribunale amministrativo accoglie il ricorso dei ricorrenti e ordina il pagamento entro 60 giorni

Doppia stangata per il Comune di Bellona. Prima perde dinanzi al Tar, poi non paga le spese ai ricorrenti e quindi viene nuovamente condannata dal giudice al pagamento delle spettanze più gli interessi. Un disastro vero e proprio, certificato dal giudice Michelangelo Maria Liguori, presidente della sezione Settima del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. Il ricorso è stato presentato da 14 cittadini contro il Comune di Bellona per l'esecuzione di una precedente sentenza che già aveva visto il Comune condannato al pagamento di 1500 euro a favore dei ricorrenti. Solo che fino ad oggi ciò non è avvenuto e quindi c'è stato un nuovo ricorso per il pagamento "dell’importo liquidato a titolo di spese legali". Ed è stato anche chiesta "la condanna dell'amministrazione al pagamento della rivalutazione monetaria e degli interessi maturati dopo il passaggio in giudicato della sentenza di cui si chiede l'ottemperanza, e fino al soddisfo, nonché di tutte le altre spese sostenute, anche in relazione all’instaurazione del presente giudizio, e di nominare un Commissario ad acta che provveda, in via sostitutiva, in ordine alla richiesta formulata, nell’ipotesi di perdurante inottemperanza del Comune oltre il termine assegnato".

Per il giudice il ricorso merita accoglimento e deve "essere ordinato all’intimata Amministrazione di provvedere nel termine di sessanta giorni al puntuale e integrale pagamento delle rivendicate spettanze in favore dei ricorrenti. La somma dovuta andrà maggiorata, in conformità alla domanda formulata sul punto in ricorso, degli interessi legali da calcolarsi dal maturare del giudicato e fino al soddisfo". 

Il Collegio poi ha "sin d’ora" designato il Commissario ad acta "il quale, decorso infruttuosamente il termine assegnato ed entro sessanta giorni, decorrenti dalla comunicazione a cura dei ricorrenti della perdurante inottemperanza, compirà gli atti necessari al pagamento, a carico e spese dell’Amministrazione inadempiente; le spese per l’eventuale funzione commissariale sono poste a carico del Comune di Bellona".

In totale l'Ente dovrà sborsare 2mila euro ai ricorrenti e qualora non dovesse farlo entro 60 giorni dovrà aggiungere anche 500 euro per il commissario ad acta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento