Insegnanti abilitati in Romania, doppio ricorso vinto al Consiglio di Stato

I giudici di Palazzo Spada hanno ribaltato le sentenze del Tar Lazio

Il Consiglio di Stato torna ancora sul tema del riconoscimento in Italia dell’abilitazione all’insegnamento conseguita in Romania. I giudici, infatti, hanno accolto la tesi proposta dall’avvocato casertano Pasquale Marotta in due diversi appelli con cui erano state impugnate due sentenze emesse dal Tar Lazio e che avevano sostenuto la posizione del Ministero in merito al mancato riconoscimento nel nostro Paese del valore abilitante del titolo conseguito in altro ordinamento.

In particolare, i giudici di Palazzo Spada, nelle due citate sentenze hanno sconfessato la posizione che nel corso degli anni era stata assunta dal Ministero precisando che quest’ultimo “argomenta la propria decisione sul presupposto che l’attestato/certificato di conseguimento della formazione psicopedagogica in possesso dell’appellante non sia sufficiente per esercitare la professione di insegnante e comunque che la formazione svolta dai cittadini italiani non sia riconosciuta dalle competenti autorità rumene. Trattasi di presupposto contrastante con la documentazione in atti. Pertanto, come fondatamente censurato nell’atto di appello, l’atto di diniego opposto dal Ministero risulta inficiato da un difetto di istruttoria, idoneo a determinarne l’annullamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tali sentenze, presumibilmente, segnano il solco di un nuovo orientamento giurisprudenziale su un’annosa vicenda che riguarda tantissimi docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento in Romania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento