Cronaca Aversa

Lavora all’Opg ma senza buoni pasto: condannato il Ministero

Il giudice ha accolto la tesi nonostante l’ultimo “escamotage”

Il Ministero della Giustizia dovrà risarcire un dipendente che prestava servizio presso l’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa. E’ quanto ha stabilito il giudice accogliendo la richiesta dell’avvocato Domenico Carozza. II dipendente chiedeva il il riconoscimento dei buoni pasto per il turno notturno (dalle 20 alle 8) visto che la mensa della struttura chiudeva alle 19.

Il giudice ha accolto la tesi del difensore del dipendente secondo cui l'anticipazione, stabilita dal Ministero, del turno delle 20/08 di mezz'ora per consentire la consumazione del cestino alimentare era illegittima in quanto la pausa, collimante con il pasto, dovesse essere fruita dopo 6 ore, avendo la funzione di recupero delle energie psico fisiche in base alla legge ed al contratto collettivo. Il giudice ha, dunque, condannato il Ministero a pagare al dipendente il corrispettivo dei buono pasto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavora all’Opg ma senza buoni pasto: condannato il Ministero

CasertaNews è in caricamento