rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca San Marcellino

Riciclaggio di soldi a Cipro, indagato l'ex sindaco Carbone

L'ex primo cittadino di San Marcellino è stato arrestato lunedì dalla polizia. La Corte d'Appello non convalida il provvedimento e lo libera

Riciclaggio internazionale di denaro. Arriva da Cipro l'inchiesta che coinvolge l'ex sindaco di San Marcellino Pasquale Carbone, accusato di aver ripulito soldi nel paradiso fiscale del Mediterraneo. 

L'arresto nel giorno dello spoglio elettorale

Un'indagine per la quale dall'isola hanno emesso un titolo cautelare. Così, mentre San Marcellino festeggiava la rielezione del sindaco Anacleto Colombiano, gli agenti del commissariato di Aversa si sono recati a casa Carbone per notificare il provvedimento all'ex primo cittadino. Custodia cautelare in carcere, con Carbone che è rimasto in cella fino ad oggi. 

Scarcerato dai giudici dopo 3 giorni in carcere

Stamattina, giovedì 7 ottobre, dinanzi alla Corte di Appello di Napoli si è celebrata l'udienza di convalida del mandato europeo finalizzato all'estradizione di Carbone a Cipro. I giudici, accogliendo le tesi del difensore di Carbone, l'avvocato Vittorio Caterino, non solo non hanno convalidato il provvedimento dell'autorità giudiziaria cipriota ma hanno disposto l'immediata scarcerazione di Carbone che, dunque, è tornato libero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclaggio di soldi a Cipro, indagato l'ex sindaco Carbone

CasertaNews è in caricamento