menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricettazione di auto di lusso, una condanna e 5 assoluzioni

La sentenza pronunciata dal giudice di Santa Maria Capua Vetere

Una condanna e 5 assoluzioni. Questa la sentenza pronunciata dal giudice monocratico Luciana Crisci, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di altrettanti imputati coinvolti in un'indagine sulla ricettazione di auto di lusso.

Il giudice ha inflitto 2 anni e 6 mesi per Pasquale Grasso, 50 anni di Santa Maria Capua Vetere. Assoluzione per Fabio Cirillo, 48 anni di Villa di Briano; Giovanni Di Bernardo, 41 anni di Cesa; Roberto Cantile, 49 anni di Napoli; Fabio Perfetto, 36 anni di Aversa; Amedeo Corrado Fattore, 42 anni di Sparanise, che si è sempre professato innocente e per il quale è finito un vero e proprio incubo giudiziario. Nel collegio difensivo sono stati impegnati gli avvocati Ciro Maiorano, Vincenzo Guida, Nello Sgambato, Davide De Marco e Patrizio Della Volpe.

Secondo la Procura avrebbero acquistato alcune vetture, tra cui anche un Porche Cayenne ed un Bmw X3, essendo consapevoli della loro provenienza illecita al fine di trarne vantaggio per la vendita ad "ignari acquirenti". Nell'indagine è finita anche la ricettazione di 22 polizze assicurative acquisite "in bianco" della società Carige e falsificate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento