menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comune di Castel Volturno

Il Comune di Castel Volturno

Corruzione in Comune, svolta per il geometra finito nell'indagine

Revocato l'obbligo di dimora per Verazzo, indagato nello scandalo dei 'permessi facili'

Revoca della misura cautelare dell'obbligo di dimora nel Comune di Castel Volturno per Giuseppe Verazzo, il geometra coinvolto nello scandalo dei permessi a costruire nel Comune castellano. Accolta l'istanza di revoca del suo difensore, l'avvocato Ferdinando Letizia, Verazzo può riprendere la sua attività da libero professionista e ritornare a dimorare nel suo Comune di residenza. 

La figura del geometra castellano con un passato di collaborazioni con l'UTC di Castel Volturno come tecnico esterno emerse nell'indagine condotta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere nel 2016 mossa dalla segnalazione di un privato cittadino che portò alla scoperta di un vasto sistema corruttivo con il coinvolgimento del personale dell'ufficio tecnico, alcuni dipendenti comunali, il personale della polizia municipale e del dirigente dell'Italian Maritime Academy Tecnologies Giuseppe Russo

Manfrine corruttive che vedevano come protagonisti Carmine Noviello, dirigente dell'ufficio tecnico, ed il dipendente dello stesso ufficio Antonio Di Bona mentre ottenevano soldi e favori per il rilascio di permessi a costruire. Al centro della scena la casa comunale castellana che spesso veniva usata come insospettabile rifugio per prestazioni sessuali gay ottenute da Di Bona da soggetti che richiedevano il suo intervento nelle varie vicende edilizie. Per dare credibilità al sistema corruttivo si servivano del geometra Verazzo. 

Anche il personale della polizia municipale di Castel Volturno diede il suo contributo nel meccanismo corruttivo. Il comandante Cassandra ed il maresciallo Morrone omettevano di procedere a sequestri quando risultavano illegittità edilizie inoltrando false dichiarazioni alle autorità competenti rispondendo così del reato di abuso d'ufficio e falso in atto pubblico. Ben 25 indagati che tra rinvii e patteggiamenti hanno segnato una pagina oscura per il Comune di Castel Volturno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento