Cronaca

Revocata la libertà vigilata all'affiliato al clan dei Casalesi

Antonio Pagano era stato condannato a 6 anni e 8 mesi

Revoca della misura di sicurezza per Antonio Pagano, affiliato al clan dei Casalesi di San Cipriano d’Aversa, difeso dall'avvocato Ferdinando Letizia. A stabilire la revoca della libertà vigilata a cui era sottoposto per la durata di un anno, con ordinanza del magistrato di sorveglianza di Campobasso del luglio del 2017, è stato l'ufficio di sorveglianza di Napoli a seguito della sentenza emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nel dicembre del 2010, che lo condannava alla pena di 6 anni ed 8 mesi di reclusione per numerosi reati: associazione a delinquere di stampo mafioso (dal 2004 al 2010 con condotta perdurante), omesso versamento di ritenute previdenziali, ricettazione; estorsione ed armi, corruzione.

Pagano però da quando era sottoposto alla misura di sicurezza ha avuto un comportamento non più collegati alla criminalità organizzata, con evidenza della diminuzione della pericolosità sociale, raggiungendo un sufficiente grado di riadattamento alla vita sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revocata la libertà vigilata all'affiliato al clan dei Casalesi

CasertaNews è in caricamento