Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Mondragone

Sequestrata nel litorale casertano rete da pesca abusiva di 500 metri

Presenti anche trappole per polpi collegate tra loro

Cinquecento metri di rete abusiva con strumentazione annessa ritrovata nelle acque del litorale mondragonese dagli uomini della capitaneria di Porto. È quanto accaduto nel weekend all'esito della perlustrazione del litorale da parte del personale della  guardia costiera mondragonese che in uno specchio d'acqua hanno rinvenuto una rete da posta lunga 500 metri con annesse trappole per polpi collegate tra loro in modo rudimentale con cima di circa 100 metri lasciate incustoditi.

Gli operatori della guardia costiera hanno provveduto a sequestrare le illecite attrezzature ittiche pericolosissime per la navigazione e per la fauna marina anche protetta come delfini e tartarughe caretta caretta. Tali attività di controllo proseguiranno nei prossimi giorni. Sono svolte sotto il coordinamento dell'ufficio circondariale marittimo di Pozzuoli in linea con gli obiettivi della Direzione Marittima della Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata nel litorale casertano rete da pesca abusiva di 500 metri
CasertaNews è in caricamento