menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aumentano i casi rilevati dalla polizia postale

Aumentano i casi rilevati dalla polizia postale

Reati on line in aumento: quasi 600 casi nel casertano

Il report annuale della polizia postale tra truffe su internet e pedopornografia

Aumentano del 63% i reati commessi su internet in Campania, dalle truffe online alla pedopornografia. E' questo il dato che viene fuori dal report annuale della polizia postale che nel corso del 2019 ha registrato 5286 casi (a fronte dei 3327 dell'anno precedente). Complessivamente sono stati denunciate 536 persone (nel 2018 erano state 322), mentre 16 sono stati arrestati (solo 4 nel 2018).

In provincia di Caserta sono stati 597 i casi trattati mentre a Napoli sono stati 1461 ed a Salerno 844. Chiudono la classifica regionale Avellino (287) e Benevento (275).

A livello regionale i casi trattati relativi ai reati finanziari tradizionali e alle truffe on-line risultano 1987, 275 denunciati, 5 arrestati e 67 perquisizioni effettuate. Il massiccio utilizzo dei social-network alimenta i fenomeni criminosi dei reati contro la persona; risultano trattati 415 casi di diffamazione 82 casi di molestie, 86 casi di minacce, 59 casi di sextortion e 38 casi di stalking, con 52 denunciati.

Il tema della sicurezza informatica, con particolare riguardo alla tutela delle comunicazioni è destinato ad assumere sempre maggior centralità; sono stati trattati 536 attacchi informatici con 20 denunciati e 16 perquisizioni effettuate; 478 sono i casi di furto d’identità e 93 i casi denunciati di phishing. In tema di tutela e protezione di minori e fasce deboli, nel tradizionale contrasto ai reati di pedopornografia 133 sono i casi trattati, 62 sono state le perquisizioni con 6 persone arrestate, 58 denunciati e 14 sono state le vittime identificate.

Lo spostamento dei flussi di danaro, i pagamenti e gli investimenti costituiscono un’area che ingolosisce le strutture criminali, costituendo una strategica frontiera proprio in relazione alla fondamentale rilevanza del settore; in tema di financial-cybercrime (man in the middle, b.e.c., ceofraud, illecita disposizione di conti correnti e carte di pagamento all’insaputa del titolare) risultano 973 i casi trattati, 84 persone denunciate e 24 perquisizioni; inoltre sono state sequestrate ed oscurate 10 piattaforme di commercializzazione fraudolenta di prodotti e servizi on-line con recupero di ingenti somme di danaro.

Per la sola Provincia di Napoli in tema di reati finanziari si registrano 1461 casi, 230 denunciati, 7 arresti, 66 perquisizioni, in tema di pedopornografia sono stati trattati 145 casi con 47 perquisizioni, 44 denunciati, 4 arrestati; si registrano inoltre 255 attacchi informatici, 274 casi di furto d’identità, 164 casi di diffamazione, 45 casi di minacce e 48 molestie.

La Sezione di Salerno ha trattato 844 casi con 73 denunciati 5 arrestati e 18 perquisizioni; in particolare per quanto concerne i crimini finanziari sono stati trattati 483 casi, 30 casi di pedopornografia, con 8 perquisizioni e 8 denunciati; 209 attacchi informatici, 76 casi di furto d’identità e 81 casi di diffamazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento