rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Casapesenna

Imprenditore vicino a Zagaria non è pericoloso: "Non ha più legami con il clan"

Il magistrato di sorveglianza non applica la misura della libertà vigilata a Del Villano

Nicola Del Villano, l'imprenditore condannato nel 2010 a 9 anni e 2 mesi per estorsione con il metodo mafioso, non è più pericoloso socialmente. Lo ha sancito il magistrato di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere, Marco Puglia, che ha disposto la non esecuzione della misura si sicurezza della libertà vigilata a carico di Del Villano, difeso dall'avvocato Giovanni Cantelli. 

La Corte d'Appello di Napoli, oltre alla condanna, aveva disposto l'applicazione della misura di sicurezza per un anno. Misura ancora pendente con Del Villano che era sottoposto alla sorveglianza speciale (terminata nel 2022) in riferimento ad un'altra e precedente sentenza. 

La misura della libertà vigilata, dunque, è finita nuovamente all'attenzione del magistrato di sorveglianza che ha dovuto rivalutare i presupposti per l'applicazione, cioè ha valutato l'eventuale pericolosità sociale di Del Villano - ritenuto in passato vicino al capoclan Michele Zagaria. Ebbene, sia dall'informativa dei carabinieri che da quella della Dda non sono risultati "fatti e circostanze nuove che possano ricondurre il predetto (Del Villano) a clan di stampo criminale".

Di qui la decisione di non applicare la misura di sicurezza non essendoci elementi utili a fondare l'attuale pericolosità sociale di Del Villano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore vicino a Zagaria non è pericoloso: "Non ha più legami con il clan"

CasertaNews è in caricamento