Rapina milionaria al Tarì: l'ex vigilante ricorre in Appello

Fissata l'udienza dinanzi alla corte partenopea per Petruolo

Francesco Petruolo

Ricorre in appello Francesco Petruolo, l'ex guardia giurata del Gruppo Battistolli, accusato di essere il basista di una rapina milionaria al Tarì.

Un colpo da ben 15 milioni di euro ai danni del noto centro orafo. Era il 2014 quando quattro malfattori riuscirono ad introdursi all'interno utilizzando come "cavallo di troia" un furgone di un istituto di vigilanza. Dopo aver immobilizzato i due vigilantes, uno dei quali era proprio Petruolo, si impossessarono del bottino.

La ricostruzione della rapina permise di acquisire elementi proprio su Petruolo ritenuto il basista della banda di banditi che avrebbe suggerito i modi ed i tempi per l'accesso al caveau. Una tesi confermata anche dal giudizio di primo grado che ha visto Petruolo condannato ad una pena di 10 anni.

Ora il ricorso in appello, fissato dinanzi alla Prima Sezione di Napoli per la fine di maggio. L'ex vigilante è difeso dagli avvocati Romolo Vignola e Giuseppe Foglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento