Rapina coppietta alla stazione, 27enne finisce in carcere

Deve scontare 2 anni e mezzo di cella dopo la condanna. Una delle vittime picchiata

La rapina alla stazione di Caserta

La Squadra Mobile di Caserta ha tratto in arresto Salvatore Giuseppe Nesi, 27 anni originario di Maddaloni, poiché colpito da un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, per l’espiazione della pena della reclusione di due anni e mezzo, in quanto riconosciuto colpevole dei reati di rapina e lesioni, aggravate ed in concorso.

In particolare l’arrestato, nel marzo del 2018, in concorso con un altro soggetto, perpetrava una rapina ai danni di una coppia di fidanzati che erano in transito presso la stazione di Caserta. Nell’occorso sottraeva il cellulare della donna e picchiava il fidanzato che aveva accennato una reazione; per tali fatti veniva tratto in arresto, in flagranza di reato, dal personale dell’UPGSP della locale Questura intervenuto nell’immediatezza. Terminati gli atti di rito, Nesi è stato associato presso il Carcere di S. Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento