menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Rapina al blindato da 700mila euro, vigilantes assolto dopo processo lungo 9 anni

Fine di un incubo per Buonpane che venne anche licenziato. Decisiva la perizia bis sulla scatola nera del furgone

Si è concluso con una sentenza di assoluzione il processo a carico di Francesco Buonpane, la guardia giurata accusata di rapina pluriaggravata a un furgone portavalori dell'istituto Terra di Lavoro di Caserta.

Era il 2011 quando il blindato venne preso d'assalto con il colpo che fruttò circa 737mila euro. Buonpane venne tratto in arresto dai carabinieri di Valle di Maddaloni in quanto ritenuto l'esecutore materiale della rapina. L’accusa, basata sui dati estrapolati dalle scatole nere del furgone e sulle dichiarazioni dei colleghi di Buonpane nonché dei tecnici interpellati dalla polizia giudiziaria, era quella di aver simulato un’aggressione mentre si trovava in servizio e alla guida del furgone stesso.

Un’evidenza probatoria che ha, tuttavia, vacillato sempre più durante le varie fasi del lungo, delicato e complesso dibattimento. Importanti, in tal senso, sono state le contraddizioni fatte emergere dal difensore della guardia giurata, l'avvocato Angelo Trombetti, durante l’esame incrociato dei testimoni dell’accusa e la perizia di parte difensiva la quale, mediante una suggestiva proiezione in aula della ricostruzione del percorso svolto dal furgone, effettuata sulla base dei dati estrapolati dalle scatole nere, ha efficacemente confermato i molti dubbi sulla correttezza della prima lettura offerta dagli inquirenti. Nei giorni scorsi l'assoluzione. Per Buonpane, che a seguito dell’arresto fu allontanato dal servizio e poi licenziato è, letteralmente, la fine di un incubo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento