Cronaca

Spari contro l'auto di un calciatore della Casertana

Il raid criminale subito da Antonio Vacca: "Sparato senza sapere se dietro ci fossero le mie figlie"

Il foro nell'auto del calciatore della Casertana Antonio Junior Vacca

Hanno sparato contro la sua Mercedes mentre era in strada a Secondigliano. È il raid criminale subito venerdì sera dal centrocampista della Casertana Antonio Junior Vacca, vittima di un tentativo di rapina nella sua città Natale. 

Per il 29enne in forza ai Falchetti si tratta del secondo episodio di questo tipo, una vicenda che lo ha portato a sbottare sui social, dove ha postato la foto del foro provocato dal colpo d’arma da fuoco utilizzata dai rapinatori: “Per la seconda volta mi avete sparato appresso senza sapere se dietro ci fossero le mie figlie. Ma la colpa è mia che metto i gioielli in questa città abitata da gente di m… che prova solo invidia. Da domani non metterò più nulla quindi se vedete la macchina sappiate che lo scemo di Antonio camminerà solo con carte di credito. Vi ho dato tante possibilità ma non ci siete riusciti!”.

Al calciatore è arrivata anche la solidarietà della società rossoblu, che ha manifestato “profonda solidarietà nei confronti di Antonio Junior Vacca, la scorsa sera vittima di un vergognoso tentativo di rapina in quel di Napoli. Un atto vile che, per fortuna, non ha avuto alcuna conseguenza per Antonio e i suoi familiari”. La vigilia della trasferta di Catanzaro resterà a lungo indimenticabile per il centrocampista rossoblu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari contro l'auto di un calciatore della Casertana

CasertaNews è in caricamento