menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'automobile sulla quale viaggiavano i rapinatori

L'automobile sulla quale viaggiavano i rapinatori

Due rapine in 2 hotel, arrestata la banda | FOTO

In manette tre ragazzi: incastrati dalla polizia

Nella serata di martedì la Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto Vincenzo Dello Iacolo, 34 anni di Nola, Alessandro Marino, 21 anni di Aversa, e Alessandro Dello Iacolo, 29 anni di Napoli, tutti fratelli e domiciliati a Casal di Principe, in quanto colti nella flagranza dei reati di rapina aggravata dall’utilizzo delle armi, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, possesso e trasporto di arma da fuoco nonché ricettazione della stessa in quanto presentava la matricola abrasa.

Nella serata di martedì, infatti, intorno alle 20, giungeva presso la sala operativa della Questura di Caserta una richiesta di intervento per una rapina all’interno di un hotel sito a Castel Volturno, ove era segnalata la presenza di tre persone travisate che, dopo aver fatto irruzione all’interno dell’esercizio ricettivo, minacciavano il portiere notturno puntandogli due armi da fuoco e facendosi consegnare la somma di 245 euro, allontanandosi poi a bordo di una autovettura Mercedes classe A, che risulterà, da accertamenti successivi, avere targa contraffatta; nella specie, i malfattori, utilizzando nastro adesivo, avevano convertito due lettere “F” della targa originale in lettere “E”.

Il personale della Squadra Mobile che si attivava nell’immediatezza, apprendeva che, poco prima, all’interno di un hotel sito a Giugliano in Campania, si era consumata una rapina con modalità analoghe ad opera di tre persone con volto travisato da passamontagna che, con armi in pugno, si erano fatti consegnare dal portiere dell’albergo, la somma di 260 euro, incasso della serata.

Le immediate indagini avviate dalla Squadra Mobile consentivano, attraverso le immegini registrate da telecamere di videosorveglianza e attraverso le Banche Dati in uso alle Forze di Polizia, di accertare che l’autovettura segnalata, prima di compiere le rapine e immediatamente dopo, era localizzata nel Comune di Casal di Principe, impegnando sempre la stessa telecamera. A quel punto, venivano predisposti servizi di osservazione e pedinamento tesi ad individuare il veicolo in questione che, in effetti, dopo alcuni minuti, veniva localizzato proprio in Casal di Principe, alla via Circonvallazione, ove lo stesso veniva fermato con i tre soggetti sopra citati a bordo.

All’interno dell’auto, avente targa contraffatta, venivano rinvenuti passamontagna, radio ricetrasmittenti, denaro in contanti corrispondente alle somme rapinate, nonché una pistola Pietro Beretta, calibro 9 Short, con colpo in canna e n. 5 cartucce nel caricatore, perfettamente funzionante e con matricola abrasa, oltre ad una pistola scacciacani. Infine, accertata la corrispondenza tra l’abbigliamento indossato dai rapinatori con quello indossato dai fermati, si procedeva all’arresto degli stessi, che, al termine degli atti di rito, venivano condotti presso la casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Covid si porta via il proprietario di 'Tenuta Pegaso'

  • Cronaca

    Speranze di 'zona gialla' per la Campania dal 26 aprile

  • Cronaca

    Il Covid contagia il presidente de 'Il Sorriso di Padre Pio'

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Da Caserta a Miami: 30 dj suonano per 10 ore il 1 maggio

  • social

    La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

  • social

    Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento