Gioielliere spara e uccide rapinatore, si cercano i due complici del 28enne casertano

Fondamentali potrebbero essere le dichiarazioni del rapinatore originario di Caserta fermato dalla polizia

La gioielliera rapina sabato pomeriggio sul corso di Frattamaggiore

Potrebbero essere le dichiarazioni di Luigi Lauro, 28enne originario di Caserta fermato ieri sera, a far luce sulla rapina avvenuta nel tardo pomeriggio di sabato sul corso Durante a Frattamaggiore. La banda, composta da quattro persone armate fino ai denti e col volto coperto da maschere di carnevale, ha tentato il colpo in una gioielleria.

La rapina è finita però nel sangue: durante la colluttazione col proprietario sono partiti più colpi d’arma da fuoco e il gioielliere, con la sua pistola legalmente detenuta, ha esploso un colpo che ha ucciso all’istante Raffaele Ottaiano, di Caivano, già noto alle forze dell'ordine.

Sul posto è intervenuto all’istante un ispettore di polizia, in servizio presso il commissariato di Frattamaggiore. L’agente ha esploso con la sua arma d'ordinanza un paio di colpi in aria a scopo intimidatorio, riuscendo a bloccare il casertano Lauro, residente a Crispano, mentre un terzo complice si dava alla fuga.

È stato proprio Luigi Lauro a svelare durante l’interrogatorio in commissariato a Frattamaggiore l'identità del rapinatore ucciso. Già da ieri sera sono scattate le ricerche dei due complici, le forze dell’ordine stanno setacciando l’area di Napoli nord e l’agro aversano e atellano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento