rotate-mobile
Cronaca Carinaro

Rapinano camion con 60mila euro di olio extravergine: il giudice li assolve

Cadono le accuse nel processo con abbreviato per due persone. Il complice rinviato a giudizio

La rapina ad un camion che trasportava olio ed il sequestro dell'autotrasportatore che sarebbe stato bendato e legato dopo il raid, avvenuto ad aprile a Carinaro. Erano queste le accuse nei confronti di Luigi Anatriello e Raffaele De Luca, 55 e 49 anni del napoletano. Accuse che si sono rivelate infondate: il giudice, all'esito del processo celebrato con rito abbreviato, li ha assolti con formula piena. 

Una decisione che ripercorre quella del Riesame che l'estate scorsa aveva annullato il provvedimento cautelare a carico dei due. Oggi, accogliendo le argomentazioni dei difensori, gli avvocati Marco Argirò e Domenico Di Donato, il gup Saladino del tribunale di Napoli Nord ha pronunciato il proprio verdetto: "Assolti perché il fatto non sussiste". Il pm aveva invocato una pena di 8 anni.

Era stato lo stesso autotrasportatore a denunciare i fatti. Secondo il suo racconto alle forze dell'ordine, i due lo avrebbero minacciato con le pistole e si sarebbero impossessati del camion con rimorchio e del carico: 33 pedane di olio extravergine per un valore di mercato di 61mila euro.

Dopo il colpo il camionista venne legato e bendato e poi trasportato nel mezzo pesante fino a Battipaglia dove venne fatto scendere su una piazzola di sosta. Una terza persona - per il quale il Riesame ha riqualificato l'imputazione da rapina in ricettazione - è stato invece rinviato a giudizio ed ora dovrà affrontare il dibattimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano camion con 60mila euro di olio extravergine: il giudice li assolve

CasertaNews è in caricamento