rotate-mobile
Cronaca Maddaloni

Litiga con la compagna, scende in piazza e distrugge tutto

Devastate auto, fioriere e anche la statua della Madonna

Nuovo raid vandalico nel centro storico di Maddaloni. Distrutti gli arredi urbani, le fioriere, la statua della Madonna e le auto in sosta. E' la terza volta in poche ore. Sembra che ad agire sia stato un uomo, verso le 2, in evidente stato di alterazione, che ha colpito tutto quello che poteva a colpi di spranga. E' stato fermato da una pattuglia del commissariato di Maddaloni, non senza problema. Ad innescare la furia una lite con na donna. 

Il 'Progetto di riqualificazione del deserto urbano', inaugurato lo scorso maggio anche con la presenza del vescovo di Caserta, sembra nato sotto una cattiva stella: arredo urbano, panchine, verde attrezzato e giochi installati in via Pintime e via Belvedere (nel cuore alto del borgo dell’Oliveto) hanno riqualificato i luoghi più suggestivi ma anche i meno controllati. Lo stesso accade in piazza San Giovanni, storico centro pulsante del borgo della Pescaia. I due nuclei medioevali, che hanno con la loro fusione generato Maddaloni, hanno bisogno di un urgente rilancio dei servizi pubblici essenziali per innalzare il livello di vivibilità. Invece, con l’arrivo delle panchine e degli spazi attrezzati sono diventati punto di ritrovo per schiamazzi notturni in zone isolate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la compagna, scende in piazza e distrugge tutto

CasertaNews è in caricamento