rotate-mobile
Cronaca Pignataro Maggiore

Vandali in azione alla cooperativa sociale: "Hanno anche urinato sulla targa"

Nel mirino il bene confiscato denominato '100 Moggi' gestito dall'Apeiron

Vandali e ladri in azione sul bene '100 Moggi' che si trova a Pignataro Maggiore, gestito dalla cooperativa sociale Apeiron. A denunciare l'accaduto sono stati gli attivisti: "Un altro furto e hanno ben pensato di buttare la targa a terra e urinarci sopra".

"Disprezzo e indignazione, rabbia e desolazione. Questi sono i sentimenti - fanno sapere dall'associazione - che in questo momento ci devastano, rafforzati dalla consapevolezza della totale assenza delle istituzioni. L'unica cosa che ci fa andare avanti è il continuare a credere nel progetto, nelle opportunità che i Beni confiscati possono creare per il territorio. Ma é una vergogna. Il sistema fa acqua da tutte le parti. Chiediamo prestiti per coprire prestiti chiesti per i mancati pagamenti degli Ambiti e altri Enti pubblici per non lasciare nessuno indietro, facciamo salti mortali in un periodo che sta distruggendo l'economia di questo Paese. E poi altro danno,altra beffa. Ci sentiamo violati. Fortemente privati della tutela del nostro operato. Spesso soli e oggi particolarmente stanche. Sì, stanchi di non riuscire ad essere ascoltati da un magistrato, stanchi di non essere tutelati nei nostri più elementari diritti. Stanchi di cercare di capire chi debba assumersi una responsabilità politica dei mancati pagamenti".

E ancora: "Siamo stanchi di tutto. Siamo un settore, quello dei beni confiscati, grazie al quale ognuno si gonfia di belle parole su coprogettazione, rivalutazione, Pnnr, economia civile e bla bla. Ma qualcuno può iniziare a porsi domande serie sul come, nella concretezza delle azioni, sostenere e rafforzare chi ogni giorno maledettamente ci prova veramente? Non siamo mai stati bravi a spettacolarizzare il nostro lavoro e neanche vogliamo. Ma se non si iniziano ad accendere riflettori seri su questi problemi è un pezzo di patrimonio del Paese destinato a fallire. A partire da noi, dalla nostra realtà, dai nostri beneficiari, dalle nostre famiglie".

Vandali in azione alla cooperativa sociale

Sull'accaduto è intervenuto anche il senatore del Movimento 5 Stelle Agostino Santillo: "Sono vicino ai ragazzi di Apeiron, la cooperativa che gestisce il bene confiscato '100 Moggi' a Pignataro Maggiore, che nella notte tra sabato e domenica hanno subito l’ennesimo furto con danneggiamenti e atti di vandalismo. Ho manifestato, in un colloquio con il presidente della cooperativa Emiliano Sanges, tutta la mia vicinanza personale e istituzionale. L’ho sentito piuttosto preoccupato, dato che il bene confiscato sta subendo negli ultimi tempi una serie incresciosa di furti e atti vandalici, che con ogni probabilità hanno un chiaro scopo intimidatorio. Proprio per questo lo Stato non può tirarsi indietro e far sentire tutta la presenza sul territorio, soprattutto al fianco di chi combatte la camorra quotidianamente. Ho offerto ai ragazzi della cooperativa tutto il mio sostegno e mi farò portavoce di questo caso ai massimi livelli istituzionali. Si tratta di fatti che non possono passare sotto traccia e che devono trovare una condanna totale anche dalle istituzioni locali, alcune delle quali, a dire il vero, potrebbero fare sicuramente di più. Questo senso di isolamento denunciato da Emiliano Sanges è piuttosto preoccupante ed è un problema che riguarda direttamente le istituzioni locali e provinciali casertane”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali in azione alla cooperativa sociale: "Hanno anche urinato sulla targa"

CasertaNews è in caricamento