Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Ragazzino pestato da bullo, video sui social. Il parroco: "Cancellatelo"

Sul caso indagano le forze dell'ordine. Don Giuseppe: "Non rendiamolo vittima due volte"

Una raffica di pugni al volto di un ragazzino. In sottofondo cori d'incitamento: "Vai, vai. Più forte". Tutto ripreso con gli smartphone con l'aggressione che è finita sul web. 

Succede a Capodrise dove sta spopolando sui social il video di un'aggressione ai danni di un ragazzino, probabilmente minorenne, picchiato da un coetaneo. Un vero e proprio pestaggio interrotto solo da una ragazzina che inizia a gridare e chiede di smetterla. "Ja raga", si sente nella clip. Le immagini sono ora all'attenzione delle forze dell'ordine che hanno avviato un'indagine e con ogni probabilità riusciranno ad individuare i responsabili. 

Intanto sul caso è intervenuto anche il parroco don Giuseppe Di Bernardo che invita chi ha condiviso il video sui social a cancellarlo "nel rispetto del ragazzo che è stato aggredito, non rendiamolo vittima ancora una volta. La violenza fisica basta non facciamo violenza psicologica a questo ragazzo condividendo un video terribile soprattutto sui social. Le autorità competenti stanno già facendo il loro lavoro e sono già a buon punto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino pestato da bullo, video sui social. Il parroco: "Cancellatelo"

CasertaNews è in caricamento