Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Professore perseguitato, blitz ed offese anche durante la video-lezione con gli studenti

Il prof: "E' un incubo da 5 anni, costretti a rinunciare a telefono di casa e smartphone”. Il sindaco: “Fatti gravi ed inspiegabili”

Perseguitato da cinque anni e costretto a rinunciare a parte della sua vita per colpa. Fatti che rendono ancora più difficile la quarantena per il professore Carlo Del Monte di Vitulazio che però adesso ha voluto rendere pubblica questa storia, attraverso un messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della moglie Pina. “Scusatemi se approfitto del cellulare di mia moglie per entrare nelle vostre case, soprattutto perché stiamo vivendo un'emergenza sanitaria che sta portando via molte persone care - ha scritto - Nonostante ciò, devo ravvisare, purtroppo, che continuano a verificarsi episodi incresciosi verso la mia persona e la mia famiglia. L'ultimo, mentre stavo in video-lezione con i miei alunni. Si è intrufolata una persona adulta che ha proferito a telecamera spenta, frasi ingiuriose verso me, mia moglie e la mia famiglia. Come voi ben sapete sono una persona pacifica che svolge il suo lavoro onestamente e quindi risultano ignoti i motivi di tale astio nei confronti del sottoscritto, che sono iniziati da ben 5 anni e che mi ha visto costretto a togliere il telefono di casa, la linea ADSL e lo smartphone personale. Qualcuno sicuramente instabile di mente ha potuto inventare delle fake news (immagini, video, documenti, messaggi falsi), riconducibili alla mia persona. Su questo oltre a denunce è stato fatto un passaggio alla polizia postale. Quindi chiunque, eventualmente, avesse potuto ricevere i suddetti può tranquillamente andare a denunciarlo all'autorità competente”.

Parole che fanno male e che hanno spinto anche il sindaco di Vitulazio Raffaele Russo ad esporsi pubblicamente: “Nel leggere un post pubblicato qualche giorno fa da un nostro concittadino, il professore Carlo Del Monte, il quale dà notizia di vicende che per mano di ignoti criminali stanno turbando la serenità sua e della sua famiglia, sento la necessità, come rappresentante della nostra Comunità, di esprimere a lui e alla moglie, la professoressa Pina Parillo, la mia vicinanza sia come uomo che come sindaco. Sono fatti tanto gravi quanto inspiegabili, soprattutto quando sono rivolti nei confronti di persone irreprensibili che hanno improntato il loro stile di vita alla correttezza e al rispetto degli altri. Tuttavia sono fermamente convinto che le Autorità competenti faranno luce rapidamente sulla incresciosa vicenda, facendo riconquistare la serenità a tutta la famiglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professore perseguitato, blitz ed offese anche durante la video-lezione con gli studenti

CasertaNews è in caricamento