rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

In coma dopo bypass gastrico, la Procura manda un pool di esperti in ospedale per visitare Angela

Il medico che l'ha operata iscritto ufficialmente nel registro degli indagati. La giovane mamma ha avuto una crisi respiratoria nella notte

Angela Iannotta è stata sottoposta a visita medico legale dai consulenti chirurghi e medici legali nominati dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, delegata delle indagini, nell’Ospedale di Caserta, reparto Grossi Traumi, dove è ricoverata in gravi condizioni. Un collegio peritale multisciplinare ha analizzato le sue condizioni di salute su ordine del pubblico ministero. Un’altra importante svolta, inoltre, è arrivata in queste ore: il medico che le ha praticato ill bypass gastrico (e che l’ha operata anche una seconda volta) è stato iscritto ufficialmente nel registro degli indagati.

“La Procura di Santa Maria Capua Vetere - hanno dichiarato gli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo- ha inviato un collegio medico legale multisciplinare presieduto dal professore Gaetano Buonocore (accademico universitario, direttore sanitario dell’Università Federico II di Napoli, specialista e noto chirurgo e cardiochirurgo) per visitare, insieme ai componenti del collegio peritale, di cui ancora non si conoscono i nomi, Angela Iannotta, la giovane mamma sammaritana (che ha tre figli piccoli, l’ultimo di due anni e mezzo, ndr) che versa ancora in pericolo di vita e che è ricoverata nel Reparto Grossi Traumi e Chirurgia d’urgenza dell’Ospedale di Caserta diretto dal primario Alberto D’Agostino”.

Angela Iannotta, inoltre, stanotte è riuscita a superare un'ulteriore crisi caratterizzata da febbre alta (oltre i 40 gradi) ed una severa crisi respiratoria. Un ulteriore miracolo questa volta ad opera del chirurgo di turno nel reparto l’esperto chirurgo Raffaele D’Ambrosio con l’ausilio dell’equipe della Terapia Intensiva diretta dal primario della Rianimazione Pasquale De Negri. “Abbiamo appreso da Angela che, dopo una notte difficile e critica, in cui ha avuto paura di nuovo per la sua vita, si è parzialmente ripresa grazie ai medici che l’hanno soccorsa”. Sulla visita medico-legale, hanno aggiunto: “La nostra assistita è stata lungamente visitata per circa due ore da chirurghi e medici legali nominati dal magistrato inquirente delegata dell’inchiesta giudiziaria, la dottoressa Valentina Santoro”.

Sul contenuto della visita medica, delle dichiarazioni rese da Angela ai periti, c’é anche in questo caso il massimo riserbo. Nessuna indiscrezione è trapelata. Pare che siano stati acquisiti ulteriori documenti sanitari presso i Reparti interessati che riguardano la giovane e il suo attuale iter sanitario. Tutto questo per stabilire se vi sia colpa medica a carico del medico e degli altri sanitari( e non) che hanno trattato la giovane mamma. Gli avvocati di Angela non hanno voluto riferire particolari essendo il tutto ovviamente coperto dal segreto istruttorio.

Nei giorni scorsi Angela era stata interrogata dal Pubblico Ministero per circa 3 ore ed era stata accolta, in pochissimo tempo, la sua richiesta al Procuratore della Repubblica di essere sentita prima di essere sottoposta al quinto intervento chirurgico al Secondo Policlinico di Napoli da parte del prof. Francesco Corcione, accademico e presidente della Società di Chirurgia Italiana. L’intervento chirurgico da effettuare a Napoli, di cui Angela è cosciente e consapevole, é indubbiamente rischioso e pericoloso, ma é un’operazione estremamente necessaria per la ricostruzione di alcuni organi interni tra cui l’esofago e parte dell’addome, non appena le condizioni di salute della giovane lo consentiranno (al momento Angela pesa solo 48 chili e questo potrebbe costituire un grosso problema ostativo all’intervento in tempi brevi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In coma dopo bypass gastrico, la Procura manda un pool di esperti in ospedale per visitare Angela

CasertaNews è in caricamento