rotate-mobile
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Processo carcere, detenuto minaccia avvocato: "Ti faccio due buchi in testa"

Le minacce del recluso nel corso dell'udienza nell'aula bunker sammaritana

Si sono riscaldati gli animi tanto da terminare in una minaccia di morte rivolta all’avvocato. E’ quanto si è verificato nell’aula bunker del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel processo sui pestaggi ai detenuti avvenuti nella casa circondariale sammaritana il 6 aprile del 2020.

Nel corso dell’escussione del teste Gennaro Romano, recluso pestato, difeso dall’avvocato Enrico Capone, infastidito dalle domande del legale Carlo De Stavola, difensore di molti dei poliziotti penitenziari sotto processo, si è lasciato andare a una minaccia. “Ti faccio due buchi in testa”.

Questa la minaccia di morte che ha raggelato l’aula. Il recluso, costituitosi parte civile e attualmente in carcere per lesioni e rapina, stava parlando delle violenze subite nell’istituto penitenziario ma si è mostrato insofferente alle domande che gli venivano rivolte dal legale. Scintille tra i legali all’esito della minaccia di morte del recluso dove la ‘vittima’ non ha escluso di procedere a una querela. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo carcere, detenuto minaccia avvocato: "Ti faccio due buchi in testa"

CasertaNews è in caricamento