menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore a Capodanno nello schianto sulla Variante, si apre il processo

Ferrara venne centrata dall’auto di Puca, che viaggiava a 140 km/h. In aula ascoltati 4 testi

È iniziato con l’ascolto di quattro testi l’udienza dibattimentale davanti al giudice Carotenuto per il processo a carico del 35enne di Aversa Gaetano Puca, accusato di omicidio stradale per l’incidente costato la vita nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio 2017 ad Alfonso Ferrara, 42enne di San Felice a Cancello.

Nei mesi scorsi Puca era stato rinviato a giudizio dal giudice Enea del tribunale di Santa Maria Capua Vetere: stando all’accusa Puca era alla guida di una Lancia Ypsilon lanciata a 140 km/h sulla Variante Maddaloni-Caserta, dove il limite è di 80, quando perse il controllo invadendo la corsia opposta e centrando la Bmw di Ferrara.

Un impatto devastate quello avvenuto alle 4 del mattino, che provocò il decesso sul colpo del 42enne di San Felice a Cancello, impiegato in una banca a Napoli. Puca rimase ferito, con diverse fratture, e fu estratto dalle lamiere dai vigili del fuoco. In ospedale risultò poi positivo ai test tossicologici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento