rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Casal di Principe

Operaio muore dopo un volo di 4 metri, in 3 a processo

Rinviati a giudizio imprenditore, committente e responsabile della sicurezza

Tre persone sono state rinviate a giudizio per la morte dell’operaio di Casal di Principe Salvatore Bianco, 45enne deceduto in seguito ad un volo dall’altezza di 4 metri da un cantiere in corso Garibaldi, a Portici. La vittima, in quel 31 ottobre del 2016, stava partecipando ai lavori di demolizione e ricostruzione di un fabbricato, l’ex Casa Materna, da convertire in un albergo.

Il gup del tribunale di Napoli, come riporta ‘Cronache di Caserta’, ha quindi rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio colposo Domenico Caccavale, 50enne napoletano amministratore dell’impresa committente dei lavori, Antonio Saturno, coordinatore in fase di progettazione ed esecuzione del piano di sicurezza, e Francesco Fontana, datore di lavoro di Bianco.

Secondo gli inquirenti gli imputati avrebbero provocato il decesso di Bianco “per negligenza, imprudenza ed imperizia”. L’operaio al momento dell’incidente si trovava sua una impalcatura che non avrebbe rispettato la distanza di sicurezza dalla muratura della facciata del palazzo.

I familiari della vittima si sono costituiti parte civile e sono rappresentati dall’ avvocato Domenico Della Gatta. Anche la Cgil è costituita parte civile. Il processo inizierà a fine maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio muore dopo un volo di 4 metri, in 3 a processo

CasertaNews è in caricamento