menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il boss Salvatore Belforte

Il boss Salvatore Belforte

“Temo ancora per la mia vita”. L’ex pentito vuole essere processato in video-conferenza

Salvatore Belforte, accusato per l'omicidio Carbone, ha chiesto il rito abbreviato

Il gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Ivana Salvatore deciderà il prossimo 13 giugno se accogliere o meno la richiesta di rito abbreviato avanzata dalla difesa dell’ex collaboratore di giustizia Salvatore Belforte. Il boss dell’omonimo clan di Marcianise, come riporta l’AdnKronos, è accusato di un delitto di lupara bianca del 1991, quello di Orlando Carbone, fatto uccidere a soli 20 anni dal boss dei Mazzacane. 

Belforte, difeso dall'avvocato Salvatore Piccolo, ha chiesto per le prossime udienze di partecipare in videoconferenza in quanto teme ancora per la sua vita. Al suo arrivo l'aula è stata fatta sgomberare mentre il boss ha aggiunto che “non è più pentito in quanto litigò con il pm”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento