La morte di Francesca e di 2 bambini: chiamati a testimoniare il marito e la mamma

Quattordici medici imputati, scontro in aula sulle eccezioni (poi respinte dal giudice)

Francesca Oliva

Si è tenuta oggi presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (davanti al giudice monocratico Roberta Carotenuto) la seconda udienza del processo a carico dei 14 medici (di due strutture Ospedaliere, Ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania e la clinica Pinetagrande di Castel Volturno) accusati del reato di omicidio colposo aggravato per la morte di Francesca Oliva, la mamma di appena 29 anni di Gricignano di Aversa deceduta per setticemia e di due dei tre feti che portava in grembo.

Nel corso dell'udienza, preliminarmente, i difensori dei medici coinvolti hanno sollevato una serie di eccezioni relative all’utilizzabilità dell’esame autoptico che fu disposto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere immediatamente dopo il decesso di Francesca e della relativa consulenza medico legale, nonché sulla intempestività del deposito della lista dei testimoni indicati dal Pubblico Ministero; a tali eccezioni è seguita la ferma opposizione del Pubblico Ministero e dei difensori della parte civile, avvocati Raffaele Costanzo e Francesco Lettieri, a seguito delle quali il Giudice, dopo essersi riservato, ha rigettato in toto le eccezioni preliminari proposte dalle difese degli imputati (Stefano Addeo, Renato Brembo, Gerardo Buonanno, Vincenzo Cacciapuoti, Gerardo Cardone, Giuseppe Ciccarelli, Giovanni De Carlo, Antonio Della Gala, Giuseppe Delle Donne, Pasquale Favale, Pietro Granata, Giuliano Grasso, Crescenzo Pezone ed Antonio Russo).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente si è proceduto alla formulazione delle richieste istruttorie delle parti processuali e all’apertura del dibattimento che porterà, nelle prossime udienze, all’esame di tutti i testimoni e i consulenti elencati nelle liste testimoniali del Pubblico ministero, della parte civile e degli imputati. La prossima udienza è stata fissata per inizio maggio per procedere all’esame delle persone offese: Alessandro Puca (marito di Francesca), Gianna Tessitore (mamma di Francesca), Tommaso Oliva e Salvatore Oliva (fratelli di Francesca) e Immacolata Tessitore (cognata di Francesca). Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Giuseppe Stellato, Claudio Sgambato, Giovanni Abbate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Treno deragliato, chiuso un tratto dell'A1. Automobilisti 'sequestrati' in autostrada

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento