Muore a 29 anni, il consulente testimonia sui medici indagati

Francesca era incinta di 3 gemelli quando perse la vita

Francesca Oliva

Prima udienza dopo la paura feriale del processo per la morte di Francesca Oliva, la ragazza di 29 anni di Gricignano d’Aversa deceduta deceduta mentre era in attesa di tre gemelli. Quest’oggi è stato ascoltato il aula il consulente Martinelli che ha confermato i dubbi che aveva già avanzato in fase di incidente probatorio relativamente alla gestione della donna durante la gravidanza nell’ospedale di Giugliano e presso la clinica Pineta Grande, dove poi morì il 24 maggio 2014.

Il consulente ha sottolineato i dubbi, in particolare, relativi all’errore commesso di scambiare per minacce d’aborto l’infezione in atto e la mancata ripetizione dell’esame del sangue che avrebbe potuto evidenziare il problema; ai medici della struttura di Castel Volturno, invece, viene contestato il ritardo col quale si decise di intervenire con l’antibiotico prima e col parto cesareo poi.

Il processo che vede imputati 14 medici delle due strutture sanitarie (Stefano Addeo, Renato Brembo, Gerardo Buonanno, Vincenzo Cacciapuoti, Gerardo Cardone, Giuseppe Ciccarelli, Giovanni De Carlo, Antonio Della Gala, Giuseppe Delle Donne, Pasquale Favale, Pietro Granata, Giuliano Grasso, Crescenzo Pezone ed Antonio Russo) è stato poi aggiornato per i consulenti della Procura e della parte civile. Nel processo sono impegnati gli avvocati Raffaele Costanzo, Giuseppe Stellato, Claudio Sgambato, Giovanni Abbate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento