CAMORRA Due pentiti chiamati a testimoniare contro imprenditore

Respinte le eccezioni della difesa di Russo. Intanto l'ex sindaco è completamente libero

Nicola Russo

Eccezioni di competenza respinte. Il tribunale di Napoli Nord ha dunque confermato la sede dove si svolgerà il processo a carico di Nicola Russo, 61enne imprenditore di Trentola Ducenta (dove è titolare di un centro diagnostico), arrestato nei mesi scorsi per favoreggiamento del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria.

Russo, collegato in videoconferenza dal carcere di Secondigliano dopo il ricovero in ospedale che aveva fatto saltare l’ultima udienza, tornerà in aula a fine maggio quando saranno ascoltati due collaboratori di giustizia: l’ex assessore del Comune di Trentola Ducenta Luigi Cassandra ed il capoclan Antonio Iovine.

Intanto è di queste ore la notizia che all’ex sindaco Michele Griffo sia stato revocato il divieto di dimora fuori città e potrà dunque tornare nel suo paese natale che ha amministrato per oltre dieci anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento