rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Favori all'Interporto: "Delibera senza valore". Perito 'incastra' manager e dirigente

Ascoltato il consulente della Procura Carli nel processo a Barletta e Spasiano

La delibera del commissario Reppucci, su cui vennero fondati i permessi a costruire rilasciati all'Interporto Sud Europa, non aveva alcun valore decisionale trattandosi di una mera presa d'atto con la quale rinviò l'ipotesi di lavoro all'eligenda amministrazione comunale. Lo ha ribadito in aula il consulente della Procura Carli nel corso del processo nel quale sono imputati il patron dell'Ise Giuseppe Barletta, l'ad dell'Interporto Antonio Campolattano e l'ex dirigente ai lavori pubblici del Comune di Marcianise Gennaro Spasiano

Carli è stato escusso nel corso dell'udienza celebrata dinanzi al collegio presieduto dal giudice Francesco Ciocia ribadendo, sostanzialmente, quanto evidenziato nella sua relazione, su cui si fonda la tesi della Procura. In particolare, Carli ha evidenziato come con quel provvedimento commissariale - indicato come "una non deliberazione" - non sia stato adottato (la bozza, allegata, porta la firma del solo Spasiano). Il commissario, scrive il consulente: "non approva" la relazione con le varianti urbanistiche, "non approva" la variante, "non approva" gli elaborati, "non approva" lo schema di convenzione, "non approva" la proposta transattiva relativa ai contenziosi. Reppucci prese soltanto atto di una proposta rinviando alla successiva amministrazione la decisione sul da farsi.

Pertanto, conclude il consulente Carli nella sua relazione, "la delibera commissariale non ha alcuna natura provvedimentale" per cui ne discende che "nessun conseguenziale adempimento amministrativo poteva essere posto in essere dall'Ente come effetto e conseguenza di quello che è un mero atto di indirizzo". 

Si torna in aula a fine febbraio quando sul banco dei testimomi si presenterà, tra gli altri, anche il consigliere comunale di opposizione Dario Abbate. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Andrea Piccolo, Mauro Iodice, Amedeo Barletta e l'ex pm di 'Mani Pulite' Antonio Di Pietro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favori all'Interporto: "Delibera senza valore". Perito 'incastra' manager e dirigente

CasertaNews è in caricamento