rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca San Nicola la Strada

Incendio sul Monte Tifata: chiesto il processo per i 2 piromani

Fissata a metà marzo l'udienza preliminare

Fissata per la prima metà del mese di marzo l'udienza preliminare per i due piromani Fouad El Hayek, libanese di 29 anni e Giuseppe Fois, di 36 anni, entrambi residenti a San Nicola La Strada finiti sotto processo per aver incendiato il 10 agosto 2021 circa 400 ettari di vegetazione dell'area protetta del 'Monte Tifata'.

Dovranno presentarsi dinanzi al gup Alessia Stadio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in relazione alla richiesta di rinvio a giudizio presentata dal sostituto procuratore Stefania Pontillo.

Secondo la ricostruzione della Procura, i due piromani, la sera del 10 agosto 2021 si recarono in località Monte Marmorelle a Caserta sul pianoro di un crinale e lì dettero fuoco ad un cumulo di legna allo scopo di alimentare un barbecue. Un ceppo di legna infuocata rotolò nella vegetazione particolarmente secca generando un fuoco incontrollabile che in pochi minuti si propagò in maniera virulenta procurando un danno esteso che interessò due versanti della zona protetta del Monte Tifata percorrendo una estensione pari a circa 400 ettari di vegetazione appartenente ai comuni di Caserta, Capua, Casagiove e San Prisco.

Ci vollero circa due giorni per domare il devastante incendio ad opera dei vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta. Avviate le indagini i carabinieri forestali di Caserta riuscirono ad individuare i due responsabili.

Nella difesa sono impegnati gli avvocati Carmelina Policastro, Alessandro Barbieri,Giuliana Tammelleo. L'associazione Legambiente (rappresentata dall'avvocato Achille D’Angerio) si costituirà parte civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio sul Monte Tifata: chiesto il processo per i 2 piromani

CasertaNews è in caricamento