rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Marcianise

Impianto rifiuti vicino ai campi: ex dirigente assolto con altri 4

Cadono le accuse nei confronti di Spasiano, dei funzionari, dell'imprenditore e del progettista

"Assolti perché il fatto non sussiste". È quanto disposto dalla Seconda Sezione Penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in composizione collegiale, presieduta dal giudice Antonio Riccio, nei confronti degli ex dirigenti del Comune di Marcianise Gennaro Spasiano ed Angelo Piccolo (che avrebbe rilasciato il primo titolo a costruire nel 2012), del funzionario Pasquale Iadicicco, dell’imprenditore Elpidio Orlando di Grazzanise e del progettista Salvatore Maietta, finiti sotto processo in merito alla realizzazione di un’attività di frantumazione, cernita e trattamento di rifiuti speciali non pericolosi, recuperabili da demolizioni edili e residui lapidei in località ‘Cappelluccia’ a Marcianise, che sarebbe stata realizzata su una zona agricola, dove non poteva essere realizzata.

Per questo motivo sono finiti sotto inchiesta - poiché ritenuti responsabili a vario titolo di abuso d'ufficio, falsità ideologica commessa da persone esercenti un servizio di pubblica utilità necessità, abuso edilizio  - i funzionari che approvarono il permesso a costruire in violazione di nome di legge e regolamento, in particolare del piano regolatore generale del Comune di Marcianise. Spasiano, secondo il capo di imputazione, venne indagato per aver rilasciato il certificato di agibilità ed il permesso a costruire 952 del 2017, atti, secondo la Procura di Santa Maria Capua Vetere da ritenersi illegittimi in ragione della incompatibilità delle opere e degli impianti presenti sul terreno con le prescrizioni che disciplinano gli interventi edilizi-urbanistici nella zona in cui insiste l’impianto e con le prescrizioni in tema di distanze dal confine.

Una ricostruzione della Procura sammaritana demolita dai difensori degli imputati  - gli avvocati Andrea Piccolo, Umberto Elia, Pasquale Raucci, Massimo Trigari, Giacomo Tartaglione - che ha portato alla formula assolutoria "perché il fatto non sussiste".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto rifiuti vicino ai campi: ex dirigente assolto con altri 4

CasertaNews è in caricamento