Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Casapulla

Manca l'impianto per la registrazione: salta il processo per i maltrattamenti all'asilo

A fine settembre parleranno in aula la direttrice Merola e l'ex insegnante Eliseo accusate di maltrattamenti nei confronti dei bambini

Manca l'impianto per la fonoregistrazione e salta il processo alle maestre della scuola "Piccole Pesti" di Casapulla. È ciò che si è verificato nel corso dell'udienza da celebrarsi dinanzi al gup Pasquale D'Angelo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel corso dell'udienza del processo con rito abbreviato a carico di della direttrice della scuola Francesca Merola e delle maestre Valeria Eliseo ed Anna Lucia Spina, accusate di maltrattamenti nei confronti dei piccoli alunni.

Si torna in aula la fine del mese di settembre quando renderanno spontanee dichiarazioni la direttrice Francesca Merola e l'ex insegnante Valeria Eliseo. A susseguirsi le discussioni dei pubblici ministeri Armando Bosso e Carlo D'Onofrio. La direttrice e le due insegnanti - difese dagli avvocati Giuseppe Stellato, Gennaro Ciero, Antonio Treppiccione e Angelo Santoro - sono ritenute responsabili dalla Procura di episodi sistematici di violenza fisica e psicologica nonché di gravi omissioni nella cura e nell'assistenza degli alunni loro affidati generando in loro un perdurante stato di timore.

L'attività d'indagine condotta dai carabinieri della stazione di San Prisco nel mese di settembre 2021 conclusasi nel febbraio 2022 ha permesso di cristallizzare le violenze perpetrate nell'asilo lager. Fu la denuncia di un genitore di una delle piccole vittime che portò alla luce gli orrori consumati nel plesso scolastico. I militari attraverso intercettazioni ambientali e telefoniche e l'installazione di telecamere nell'istituto documentarono i molteplici e reiterati episodi di violenza in danno dei piccoli alunni addebitati alle tre imputate.Venivano picchiati con schiaffi e pugni, presi per le orecchie o per i capelli,scaraventati a terra o buttati giù dalle brandine. Venivano imboccati a forza e spesso tra i conati di vomito. Venivano lasciati per ore tra feci ed urina.

Si sono costituiti parti civili -assistiti dai legali Carlo De Stavola, Elisabetta Carfora, Luigi Tecchia, Domenico Pigrini, Luca Di Caprio, Vincenzo Russo, Francesco Fabozzi - 44 genitori di 29 alunni della scuola degli orrori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca l'impianto per la registrazione: salta il processo per i maltrattamenti all'asilo
CasertaNews è in caricamento