Cronaca

Droga spacciata col placet del clan: chieste 11 condanne

Per quattro imputati invocato il non luogo a procedere

Undici condanne, tra conferme e lievi sconti, e quattro richieste di non luogo a procedere. Queste in sintesi le conclusioni del procuratore generale nel corso del processo d'Appello a carico di 15 imputati coinvolti, a vario titolo, nell'inchiesta sullo spaccio di droga tra Marcianise e comuni limitrofi avvenuto sotto l'egida del clan Belforte (accusa, quest'ultima, poi caduta nel corso del processo di primo grado per la maggioranza degli imputati). 

Il procuratore generale ha chiesto la conferma della sentenza pronunciata in primo grado per Valentino Acerra di Marcianise (7 anni); Salvatore Allegretta di Marcianise (8 anni e 6 mesi); Antonio Braccio di Marcianise (7 anni); Davide Grassi di Macerata Campania (9 anni); Angelo Alessio Grillo di Capodrise (4 anni); Rita Raucci di Marcianise (9 anni e 6 mesi). Chiesta la riforma della sentenza per Andrea Bizzarro di Marcianise (10 anni); Antonio Corvino di Caserta (7 anni); Francesco Corvino di Caserta (3 anni e 10 mesi); Giuseppe Grillo di Marcianise (7 anni e 10 mesi); Teresa Rea (4 anni). Infine il procuratore ha invocato di pronunciare sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Giovanna Di Giovanni di Marcianise, Giuseppe Pirri, Martina Castiello e Maria Paola Piccirillo

Si torna in aula fra pochi giorni per l'inizio delle arringhe dei difensori mentre la sentenza è prevista per la metà di luglio. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Nello Sgambato, Rossella Calabritto, Tommaso Giaquinto e Pasquale Acconcia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga spacciata col placet del clan: chieste 11 condanne

CasertaNews è in caricamento