Disastro ambientale: il direttore "pentito" e l'ex sindaco parlano in aula

I giudici chiudono il processo sulla discarica di Parco Saurino a carico di 9 persone

L'ex sindaco e presidente del Cub Enrico Fabozzi

Conclusa l'istruttoria dibattimentale del processo per la gestione non conforme della discarica di Parco Saurino a Santa Maria la Fossa.

Nella giornata di ieri, dinanzi al giudice Di Girolamo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, si sono conclusi gli esami degli imputati, prima Giuseppe Valente, già direttore del Consorzio Ce4 ed oggi collaboratore di giustizia, poi dell'ex sindaco di Villa Literno e consigliere regionale Enrico Fabozzi, all'epoca dei fatti presidente del Cub, che ha spiegato la propria versione dei fatti e il suo ruolo "limitato", da presidente del Cub, nella gestione delle discariche.

Con loro alla sbarra ci sono l'ex direttore generale del Cub Antonio Scialdone, il commissario prefettizio del Consorzio Ce4 Emilia Tarantino, il generale Achille Foggetti, Isidoro Perrotta, respondabile dell'area di coordinamento degli impianti, Sebastiano Izzo e Giuseppe Venditto

I 9 sono accusati a vario titolo di trattamento illecito di rifiuti, disastro ambientale e omissioni di atti di ufficio. Secondo la Procura non avrebbero provveduto a coprire le discariche per impedire eventuali fuoriuscite di biogas e non avrebbero recuperato e smaltito in maniera corretta il percolato prodotto dalle discariche che usciva al di fuori delle canalette della discarica ed invadeva le aree adiacenti formando pozzanghere il cui liquido finiva nei Regi Lagni, andando ad inquinare acque di falda con ricaduta sul ciclo produttivo agricolo e alimentare.

Si tornerà in aula alla metà di luglio quando il pm Carlo Fucci pronuncerà la propria requisitoria. Poi toccherà agli avvocati difensori - tra cui Giuseppe Stellato, Umberto Pappadia, Mario Griffo, Carlo De Stavola e Rocco Trombetti - prima del verdetto dei giudici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

Torna su
CasertaNews è in caricamento