Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Marcianise

Usura ai danni degli imprenditori, la sentenza per i fratelli Campomaggiore

Erano imputati per un giro di usura ai danni di imprenditori del settore della vendita di auto usate

Una condanna e due assoluzioni. Sono queste le sentenze emessa dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti dei fratelli Campomaggiore di Marcianise, arrestati negli anni scorsi con l’accusa di usura aggravata dalla finalità mafiosa, favorendo il clan Belforte. A carico di Michele e Pietro vi erano infatti alcuni episodi di usura ai danni di imprenditori locali, in particolare nel settore della vendita di auto usate.

Secondo i giudici l’attività di usura era a carico del solo Pietro Campomaggiore, condannato a 4 anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici. Assolti per non aver commesso il fatto gli altri due fratelli, Michele e Salvatore. I Campomaggiore dovranno inoltre risarcire con una somma di 55mila euro due imprenditori vittime del sistema di usura.

Le richieste del pm nella requisitoria era molto dure: 8 ani e 4 mesi con 7mila euro di multa per Pietro Campomagiore; 7 anni e 3mila euro di multa per Michele Campomaggiore e 6 anni 6 mila euro di multa Per Salvatore Campomaggiore. Inoltre il pm Caroppoli aveva avanzato anche la richiesta di confisca per tutti i beni della famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura ai danni degli imprenditori, la sentenza per i fratelli Campomaggiore

CasertaNews è in caricamento