Droga dall'Olanda, processo bis per la banda di 'Genny la Carogna'

Fissato l'appello per 16 persone dopo le condanne in primo grado

Gennaro De Tommaso, il tifoso noto come Genny la Carogna

Traffico di droga dall'Olanda e dal Sud America. Fissato il processo d'Appello per la banda di 16 persone tra cui l'ultrà del Napoli Gennaro De Tommaso, meglio noto come Genny la Carogna, salito alla ribalta delle cronache per la drammarica finale di coppa Italia tra Napoli e Fiorentina in cui perse la vita Ciro Esposito. 

Con De Tommaso, condannato in primo grado a 18 anni, dovranno comparire davanti ai giudici della corte partenopea: il 33enne Alessandro Caldiero (condannato in primo grado a 8 anni); il 26enne Pasquale D’Amore (condannato in primo grado a 7 anni e 4 mesi); il 41enne Gennaro Cocozza (condannato in primo grado a 7 anni e 4 mesi); il 32enne Salvatore Scialò (condannato in primo grado a 7 anni e 4 mesi); il 30enne Mariano Esposito (condannato in primo grado a 12 anni); il 36enne Giovanni Orabona (condannato in primo grado a 20 anni); il 33enne Marco Contardo (condannato in primo grado a 8 anni e 8 mesi); il 35enne Francesco Liccardi (condannato in primo grado a 11 anni e 4 mesi); il 49enne Lucio Migliaccio (condannato in primo grado a 11 anni e 4 mesi); Guido Sorge (condannato in primo grado a 8 anni e 8 mesi); Gaetano De Tommaso, 60 anni, zio di Gennaro (condannato in primo grado a 18 anni); il 49enne Vincenzo Gravina (condannato in primo grado a 8 anni e 8 mesi); il 37enne Francesco Guarino, (condannato in primo grado a 6 anni). Sono tutti napoletani.

Dovranno inoltre comparire in aula anche il 38enne Giuseppe Conte, di Grazzanise, difeso dall'avvocato Nello Sgambato, condannato a 3 anni e accusato solo per il trasporto dello stupefacente dall’Olanda; e Mario Cossentino, 49enne di Villa Literno, difeso dall'avvocato Luigi Iannettone, e condannato in primo grado a 4 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Muore schiacciato da un albero mentre stava tagliando la legna

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

Torna su
CasertaNews è in caricamento