Il miracolo di Sant'Antonio, primo guarito il giorno della festa

Annullata la tradizionale processione in onore del santo ma c'è ottimismo per il futuro

La tradizionale festa di Sant'Antonio

Il miracolo di Sant'Antonio. Arriva il primo guarito dal mini focolaio di Roccamonfina dove lo screening di massa dopo alcuni casi di rientro dalle vacanze era arrivato a 25 persone contagiate.

Oggi, domenica 30 agosto, era una giornata importante all'ombra del vulcano. Ci sarebbe stata in programma la tradizionale processione di Sant'Antonio, molto sentita da tutti i roccani. Il Covid e le recenti evoluzioni hanno impedito il suo svolgimento. "Ce ne sentiamo tutti privati", fa sapere il sindaco Carlo Montefusco che, però, non perde l'ottimismo. 

"Ringraziamo il nostro patrono , perché stanno tutte bene le persone risultate positive dallo screening di massa. Poche in rapporto alle centinaia e centinaia di tamponi e alle migliaia di test effettuati". Un ottimismo che arriva anche dal primo guarito che ha reso la giornata di festa (annullata) più serena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento