menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex amministratore Dhi Di Nardi e Antonio Scialdone

L'ex amministratore Dhi Di Nardi e Antonio Scialdone

Interdittiva antimafia alla Dhi: appalto a rischio in 11 comuni

Il provvedimento della Prefettura di Caserta notificato stamane

Dopo i problemi giudiziari che hanno seguito l’arresto dell’amministratore delegato Alberto Di Nardi, arriva un’altra tegola sulla Dhi, la società che si occupa della raccolta rifiuti in diversi comuni della provincia di Caserta. Questa mattina è stata infatti notificata l’interdittiva antimafia della Prefettura ai danni della società che rischia di creare un nuovo caso amministrativo. Il provvedimento pare sia legato alla posizione dell'ex dirigente della società Antonio Scialdone, coinvolto in diverse inchieste con Alberto Di Nardi, e poi diventato egli stesso 'collaborante' della Procura di Santa Maria Capua Vetere. La società si occupa della raccolta rifiuti a Santa Maria Capua Vetere, San Nicola la Strada, Cesa, Frignano, Carinaro, Camigliano, Pontelatone, Roccaromana, Teverola, Bellona, Lusciano e San Tammaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento