rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Capua

Poste Italiane sospende la direttrice arrestata nel casertano

L'Azienda si è attivata per risarcire i clienti che hanno subito ammanchi

E' stata già sospesa la direttrice dell'ufficio postale del casertano arrestata dalla guardia di finanza di Capua per peculato ed autoriciclaggio avendo movimentato somme dai conti dei correntisti per circa 600mila euro. Lo annuncia Poste Italiane in una nota diramata alla stampa.

"Poste Italiane conferma di aver individuato tempestivamente le attività illecite oggetto di indagine e di avere costantemente collaborato allo svolgimento degli accertamenti da parte delle forze dell’ordine al fine di consentire l’esito positivo dell’operazione. L’Azienda ha inoltre immediatamente sospeso la dipendente ed ha già avviato le verifiche per assicurarsi che ci siano tutte le condizioni affinché i clienti vittime dell’attività illegale possano essere rimborsati il prima possibile", si legge.

La donna è accusata di peculato e autoriciclaggio, per la Procura di Santa Maria Capua Vetere si sarebbe appropriata illegalmente di 600mila euro sottraendoli ad ignari correntisti, perlopiù anziani o appartenenti alle fasce deboli. Ora è ristretta ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane sospende la direttrice arrestata nel casertano

CasertaNews è in caricamento