Cronaca

Scoperta casa di un 'contrabbandiere': denunciate anche la figlia e le nipoti

Il blitz della polizia al Parco Primavera permette di scoprire il "pacco"

Ad epilogo di pazienti servizi di osservazione, al Parco Primavera di Marcianise, i poliziotti del Commissariato arrestavano L. E., 73 anni, in quanto sorpresa nella flagranza del reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Nella circostanza, gli operanti, avuta notizia di una diffusa attività di vendita di “sigarette di contrabbando” al piano rialzato di un’abitazione ubicata nel citato plesso, di proprietà dello Iacp, notavano un sospetto andirivieni di persone che, avvicinatesi alle finestre dell'appartamento, dopo avere brevemente interloquito con una donna che si trovava al suo interno, scambiavano furtivamente qualcosa.

Poiché precedenti operazioni di polizia avevano già portato al sequestro di ingenti quantitativi di “sigarette di contrabbando” nel quartiere, i poliziotti facevano irruzione nell’abitazione rinvenendo 914 pacchetti di sigarette di diverse marche, tutti privi del sigillo del Monopolio dello Stato, per un peso complessivo di 18,280 kg.

Pertanto, la donna, che una volta identificata risultava gravata da numerosi precedenti penali specifici, veniva tratta in arresto in flagranza di reato mentre venivano denunciate a piede libero la figlia e le nipoti conviventi di L. E., sopraggiunte dopo l’intervento della Polizia di Stato, anch’esse gravate da precedenti penali specifici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta casa di un 'contrabbandiere': denunciate anche la figlia e le nipoti

CasertaNews è in caricamento