rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
0 °
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Il mondo del podismo piange un ex atleta

Ha partecipato anche alla maratona di Santa Maria Capua Vetere

Il mondo del podismo e dell’informazione piange Marco Cascone, una gravissima perdita, un lutto profondo che colpisce tutti. La notizia della sua morte è rimbalzata in brevissimo tempo lasciando sgomento e incredulità. Marco, personaggio noto conosciuto come ex atleta, presentatore in radio e televisione, giornalista sportivo, tecnico accreditato, maggiormente conosciuto come speakaer di manifestazioni sportive; i runners campani lo descrivono: resta è sarà il simbolo del nostro podismo, bandiera di bravura, correttezza, gentilezza e cordialità, la sua voce mai lascerà i nostri cuori.

Originario di Castelammare di Stabia, in età giovanissima per un grave infortunio è costretto a lasciare l’atletica tra le vittorie che lo ricordano la maratona di Santa Maria Capua Vetere (1993). La passione gli resta dentro fino a formare una società di atletica di solo giovani. La sua parlantina sciolta e la dizione perfetta lo portano a condurre programmi in diverse radio. Mimmo e Anna della Marathon Stabia lo convincono a presentare la “Notturna Stabiese” dopo quella esibizione diventa lo speakaer di tantissime altre manifestazioni fino a diventare il Marco “parlante”  di ogni podista in gara. La sua morte lascia tutti sotto choc. Il Podismo Campano e gli amici lo salutano sul red carpet, che merita accompagnato dalla frase riposa in pace mitico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mondo del podismo piange un ex atleta

CasertaNews è in caricamento