Minaccia i vicini con la pistola del marito: "Vi sparo"

Il Tar respinge il ricorso dell'uomo contro il divieto di detenere armi

La minaccia con una pistola

"Vi sparo". Così la moglie di Domenico M. di Marcianise si era rivolta ai vicini di casa minacciando di fare uso della pistola del marito. Per questo motivo il Tar della Campania ha respinto il ricorso dell'uomo che aveva impugnato il provvedimento con cui il Prefetto di Caserta gli aveva vietato di detenere armi, munizioni e materiali esplodenti.

I giudici del Tribunale Amministrativo di Napoli hanno ribadito nella loro sentenza come l'uomo sia stato denunciato in quanto nel corso di un controllo delle armi legalmente detenute, è stata riscontrata la detenzione di 22 cartucce in eccedenza rispetto a quelle dichiarate. A ciò si agginge che "l’intervento degli organi di polizia presso l’abitazione dell’interessato si rese necessario in quanto era in atto una lite tra familiari e vicini di casa, nel cui ambito la moglie del medesimo minacciava terzi di utilizzare la pistola a fini offensivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo, essendo venuto meno il principio di affidabilità (condizione necessaria per detenere armi), i giudici hanno respinto il ricorso presentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Malore improvviso, ragazzo di Aversa muore in Spagna

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

Torna su
CasertaNews è in caricamento