Pistola rubata, in 4 scelgono il rito abbreviato

Patteggiamento per la quinta imputata

Quattro richieste di rito sono state avanzate dagli avvocati difensori degli imputati per il furto della pistola a casa di uomo di Caserta, per il quale è sotto processo anche la figlia.

La scelta del rito alternativo è stata chiesta da Michele Iadicicco di Marcianise (difeso dall’avvocato Nicola Musone), Virginia Alois di Caserta (difesa dall’avvocato Pasquale Delisati), Antonio Barbarano di Marcianise (difeso dagli avvocati Giuseppe Ferraro e Giovanbattista Valentino) e Alessio Geniale di San Marco Evangelista (rappresentato dagli avvocati Orlando Tarallo e Tommaso Giaquinto).

Una quinta imputata, Amelia Trabalzo di Capodrise (difesa anche lei dall’avvocato Musone) ha invece chiesto il patteggiamento. L’udienza è stata aggiornata dal giudice Erminio Minio alla prossima udienza di luglio quando arriverà la decisone sul patteggiamento e ci sarà la requisitoria del pubblico ministero per gli abbreviati. 

La vicenda riguarda il furto di una pistola a casa Alois che sarebbe stato commesso dalla figlia Virginia che l’avrebbe poi ceduta in cambio di droga. Agli imputati sono contestati, a vario titolo, reati che vanno dalla droga, alla ricettazione fino alla detenzione e porto illegale di armi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento