Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Pistola rubata sotto la biancheria intima, il gip revoca i domiciliari

Arresto convalidato, ma con l'obbligo di firma alla polizia giudiziaria

La pistola sequestrata dalla polizia a Castel Volturno

Arresto convalidato con la contestuale scarcerazione. E' quanto ha disposto il giudice per le indagini preliminari Emilio Minio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto di R.D., 42 anni di Castel Volturno, fermato venerdì mattina dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta che, all'interno della sua abitazione, ritrovarono una pistola (risultata oggetto di furto) e 14 cartucce. Il gip ha disposto la sostituzione della misura degli arresti domiciliari a carico del 42enne, rappresentato dall'avvocato Giovanni Guariniello del foro di Napoli, con quella dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Il blitz degli agenti fu messo in atto nelle prime ore di venerdì dopo aver avuto notizia che R.D. occultasse presso la propria abitazione un’arma da fuoco, peraltro clandestina, che era solito portare con sé nei viaggi che tutti i venerdì effettuava sul litorale romano, ove trasportava mozzarelle che vendeva ai privati, gli investigatori effettuavano un servizio di appostamento nei pressi della residenza dell’uomo al fine di coglierlo di sorpresa quando partiva. La pistola è stata effettivamente trovata a casa dell'uomo ed era nascosta sotto la biancheria intima all’interno del comodino dell’uomo: si trattava di una pistola marca “Beretta” modello 98 FS calibro 9x21, pronta all’uso, completa di caricatore rifornito con14 cartucce dello stesso calibro.La stessa era stata rubata in un furto in appartamento in provincia di Reggio Calabria circa due anni fa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola rubata sotto la biancheria intima, il gip revoca i domiciliari

CasertaNews è in caricamento