menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La clinica Pineta Grande

La clinica Pineta Grande

Processo Pineta Grande, Asl e Comune saranno parti civili

Schiavone vuole essere sentito dal magistrato: disposta udienza ad hoc prima della decisione

Il gup Alessandra Grammatica ammette la costituzione come parte civile del Comune di Castel Volturno e dell'Asl di Caserta nel corso dell'udienza preliminare per i presunti favori per l'ampliamento della clinica Pineta Grande di Castel Volturno per la quale rischiano il processo tecnici della struttura sanitaria, politici, funzionari dell'Asl e della Soprintendenza. 

E' quanto accaduto nel corso dell'udienza celebrata all'aula bunker del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Nel corso dell'udienza è pervenuto al magistrato il lungo elenco di imputati che vogliono essere ascoltati dal magistrato prima delle richieste da parte della Procura. Verranno ascoltati tra l'inizio e la fine di marzo mentre verrà dedicata un'intera udienza per l'esame di Vincenzo Schiavone, patron proprio della clinica Pineta Grande. 

Con Schiavone rischiano di finire a processo Annamaria Ferriello, Pasquale Schiavone; Alfonso Savio, Domenico Romano, Francesco Romano, Maria Romano, Giovanni Noviello, Augusto Chiosi, tutti dello staff tecnico di Pineta Grande; gli ex amministratori comunali di Castel Volturno Dimitri Russo (ex sindaco), Francesco Traettino, Concetta Anastasia Petrella, Giuseppe Euplio Scialla, Flavio Mongirulli, Carlo Nugnes; i tecnici del Comune di Castel Volturno Carmine Noviello, Franco Zumbolo, Bonaventura Pianese, Giuseppe Russo, Luigi Cassandra; i funzionari della Soprintendenza Giuseppe Schiavone e Salvatore Buonomo; Rachele Buffardi dell'ufficio Sanità del Comune di Castel Volturno; l'ex direttore dell'Asl Mario De Biasio con i dipendenti Consalvo Sperandeo, Michele Lamberti, Pasquale De Feo, Giacomo Rabbito, Ferdinando De Lucia; i dirigenti e funzionari della Regione Antonio Postiglione, Antonella Guida, Lucio Podda ed Arturo Romano; Sergio Crispino in qualità di rappresentante dell'associazione di categoria della sanità privata; ed infine Americo Porfidia e Vincenzo Riccardo. Le accuse, a vario titolo, vanno dal falso all'indebita induzione, abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio. Nel collegio difensivo fanno parte, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Stellato, Mario Griffo, Mauro Iodice, Claudio Sgambato, Ferdinando Letizia, Felice Belluomo, Antonio Gravante, Renato Jappelli, Vittorio Giaquinto, Giuseppe Caiati, Dezio Ferraro, Carlo De Stavola, Ferdinando Trasacco ed Ernesto De Angelis. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento