Cronaca

Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

Ha mandato in ospedale anche due carabinieri intervenuti per sedare la lite condominiale

L'episodio si è verificato in via Michelangelo a Caserta

Ha picchiato il vicino di casa per due volte in mezza giornata ed ha mandato due carabinieri, intervenuti per sedare la lite, in ospedale. Per questo motivo è stato arrestato R.B., 45 anni di Caserta, con l'accusa di violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. 

E' stata una nottata movimentata in via Michelangelo, nel Capoluogo. Era circa l'1,30 di notte quando una pattuglia dell'Arma è giunta per una lite condominiale. Al loro arrivo i carabinieri hanno trovato uno dei protagonisti soccorso da un'ambulanza per le lesioni riportate. Un pestaggio avvenuto dopo un pomeriggio di tensioni tra residenti, fatto di botte, minacce, calci alle porte delle case ed alle auto in sosta nel cortile, e culminato con l'aggressione notturna. La moglie del ferito ha indicato nel 45enne l'autore dell'aggressione. 

A quel punto i carabinieri sono andati a casa sua per identificarlo. L'uomo, dopo aver dato la carta d'identità, ha iniziato ad andare in escandescenza. Prima "ha invitato" i carabinieri ad uscire da casa sua "altrimenti gli avrebbe spaccato la faccia". Poi è passato dalle parole ai fatti scagliandosi contro di loro e minacciandoli: "Vi ammazzo a tutti e quattro - ha detto - voi non sapere chi sono io, mi sono fatto 10 anni di carcere e se vi ammazzo ci rivado con piacere". E' stato necessario un intervento piuttosto energico per bloccare l'ira del 45enne. Due dei carabinieri hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 4 e 3 giorni. Per questo l'uomo è stato tratto in arresto.

R.B., difeso dall'avvocato Nello Sgambato, è stato portato dinanzi all'autorità giudiziaria per il processo per direttissima che si è celebrato a Santa Maria Capua Vetere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

CasertaNews è in caricamento