rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Recale

Impazzito per le scommesse online, picchia il padre e terrorizza le sorelle

Fermato un ragazzo minorenne. E' accusato di estorsione ed atti persecutori

Un ragazzino quasi maggiorenne di Recale è stato arrestato, su ordine del tribunale dei minori di Napoli, dagli agenti del commissariato di polizia di Marcianise guidati dal dirigente Antonio Sepe per i reati di estorsione continuata, maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori.

La misura restrittiva era l’epilogo di delicate indagini che avevano accertato una sequela di violenze e vessazioni, fisiche e psicologiche, a cui il giovane sottoponeva i genitori e le sorelle minori conviventi, al fine di farsi consegnare somme di denaro destinate alle “scommesse online” ed all’acquisto di hashish.

In almeno due circostanze, il padre del giovane era stato colpito con corpi contundenti, costringendolo a ricorrere al pronto soccorso. Le prevaricazioni, nell’ultimo periodo, erano divenute pressoché continue e tanto gravi da suscitare nelle vittime seri timori per la propria incolumità, inducendole a nuove e ripetute denunce alla Polizia di Stato ed alla magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impazzito per le scommesse online, picchia il padre e terrorizza le sorelle

CasertaNews è in caricamento