rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Capodrise

Picchia il padre per soldi, 27enne esce dal carcere dopo 2 settimane

Svolta al Riesame per l'indagato. I giudici hanno concesso gli arresti domiciliari

Arresti domiciliari per il 27enne di Capodrise accusato di estorsione, rapina e maltrattamenti nei confronti del padre. Lo ha deciso la dodicesima sezione del tribunale del Riesame di Napoli che ha accolto l'istanza del difensore dell'uomo, l'avvocato Natalino Giannotti, e disposto la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella meno afflittiva della detenzione domestica in un Comune diverso da quello di residenza. 

Il 27enne era stato arrestato a inizio mese in seguito alla denuncia del genitore che aveva raccontato agli inquirenti le aggressioni subite dal figlio che mirava ad ottenere soldi, necessari per l'acquisto di stupefacenti. Condotte per le quali il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere aveva disposto la reclusione al carcere di Poggioreale. 

Già in sede di interrogatorio di garanzia, dinanzi al gip D'Angelo, il 27enne aveva negato gli addebiti contestati. Ieri è uscito dal carcere ottenendo i domiciliari nonostante il parere contrario della Procura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia il padre per soldi, 27enne esce dal carcere dopo 2 settimane

CasertaNews è in caricamento