Botte alla moglie, 39enne finisce sotto processo

La donna picchiata e costretta ad una "mortificante relazione coniugale"

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Nicoletta Campanaro ha disposto il rinvio a giudizio per maltrattamenti in famiglia e lesioni di un 39enne di Marcianise accusato di aver preso a schiaffi ed umiliato la moglie, costringendola a recarsi anche in ospedale per farsi medicare. L’udienza è fissata per il prossimo mese di febbraio davanti al giudice monocratico D’Angelo per l’apertura del dibattimento. I fatti si sono verificati nell’autunno del 2017, quando il 39enne (rappresentato dall’avvocato Umberto Elia) avrebbe aggredito la moglie, 31enne residente a Recale (rappresentata dall’avvocato Pasquale Delisati) provocandole anche ferite al volto ed alle braccia. Secondo la Procura, che ha chiesto ed ottenuto il rinvio a giudizio, il marito voleva “obbligarla ad assecondare le sue volontà, costringendola a vivere una mortificante relazione coniugale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento